Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
106
0

Qual è la posizione più scomoda per lavorare? Sembrerà strano, ma la risposta è... seduti. Rilanciata sul Financial Times, circola in rete la notizia di una proposta per avere uffici senza sedie per aiutare i lavoratori a stare bene e a bruciare calorie. Che stare seduti per troppo tempo non faccia bene si sa e non è una novità. La sedentarietà è da sempre un problema da combattere a causa degli effetti negativi che ha su cuore, muscoli e organismo in generale, tanto da essere considerata un fattore di rischio per la salute. "Sitting is the new smoking", stare seduti crea danni quanto fumare. E altrettanto noto è che chi lavora in ufficio non può esimersi dal passare molte, troppe ore bloccato a una scrivania. Secondo Karen Messing dell’Università del Quebec, per il massimo benessere, in ufficio la giornata dovrebbe essere organizzata in maniera tale da passare il 70% del tempo in piedi e il restante 30% seduti. Non semplice. Immaginatevi di rispondere a mail, fare riunioni, preparare excel e presentazioni nel vostro ufficio, davanti al capo e ai colleghi, tutto rigorosamente in piedi. Come vi guarderebbero? E poi dove appoggiarsi? Così da una big della Silicon Valley, Google, arriva l'esempio: standing desk e un "programma benessere" per gli impiegati che possono scegliere se lavorare alla scrivania o in piedi. Addio a mal di schiena, alla sonnolenza post pranzo, alle calorie in eccesso. E pare che la produttività aumenti del 10%. Chissà che, attirate da questo ultimo dato, anche le aziende italiane non perseguano strade simili.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation