Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Follower
17
0

Senseye ha rivelato recentemente la sua tecnologia di eye-tracking per dispositivi portatili. Basata su ITU Gaze Tracker, l'eye-tracker Open Source sviluppato all'IT University di Copenhagen, la tecnologia Senseye è economica e abbastanza precisa da permettere di scorrere del testo quando lo sguardo arriva a fine pagina, di individuare con precisione le cifre su un tastierino a video e perfino di controllare oggetti in movimento semplice, come la piccola astronave di un videogame. Ci sono quindi tutte le premesse perché abbia un vasto successo commerciale. Ancora non perfettamente matura (secondo gli sviluppatori, l'attuale prototipo funziona con il 90% delle persone sulle quali è stato testato), la tecnologia sta però compiendo passi da gigante. Ad esempio, dalla prima versione che richiedeva di fissare il cellulare a un supporto si è passati all'attuale, in cui il software compensa i movimenti della mano, permettendo di impugnare il dispositivo. Prima della commercializzazione, che dovrebbe avvenire a metà del 2013, saranno risolti anche problemi classici dei prototipi quali la scarsa miniaturizzazione. Già stabilito anche il prezzo indicativo dell'hardware: poco più di 5 dollari. Ampie le possibilità di impiego di un simile dispositivo: si va dall'assistenza ai disabili, che guadagnano con Senseye una più efficiente interfaccia, al controllo di dispositivi in situazioni particolari, quando si hanno necessariamente le mani impegnate, fino alle applicazioni più commerciali (tenere traccia di dove cade l'occhio del passante su una determinata insegna).

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation