Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Follower
74
0

Corrado Calabrò, presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha confermato che il nuovo regolamento per il diritto d'autore verrà adottato prima della fine del suo mandato, che scade in questo mese. "AGCOM va avanti sul regolamento per il diritto d'autore. Visto che 4 commissari su 8 lo chiedono, il regolamento sarà posto all'ordine del giorno del Consiglio e sarà adottato - ha dichiarato il presidente, durante l'incontro con la commissione bicamerale sulla contraffazione e la pirateria - L'abbiamo attesa per mesi non perché fossimo insicuri della nostra competenza o del nostro schema di regolamento, ma per rispetto del Parlamento. Dal fronte parlamentare non è però venuto nulla di organico". Dunque, l'atteso regolamento che dovrebbe rispondere alle esigenze dell'industria musicale e cinematografica va confezionato per tempo, anche se lo stesso Calabrò poche settimane fa aveva dichiarato davanti alle Commissioni Cultura e Comunicazione del Senato di voler attendere una legge del Governo che legittimasse le competenze e i poteri AGCOM in materia di diritto d'autore. A questo punto non resta che attendere il documento, anche se le associazioni per i diritti digitali si sono già espresse negativamente al riguardo. L'accusa è quella di sempre: come può un ente amministrativo stabilire gli equilibri tra diritto di copyright e violazione della privacy online degli utenti? La bozza recentemente svelata da La Stampa prevede infatti per l'AGCOM il potere di vigilanza, risoluzione delle controversie e rimozione dei contenuti illegali .

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation