Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Redazione News
161
0

Ci siamo: dopo un anno dall’annuncio di Android L, versione di anteprima di 5.0 Lollipop, release che ci ha portato a riconsiderare il sistema operativo per dispositivi mobili made­ in ­Google, tocca ad ​Android M​. È proprio questo il nome del tutto in linea col precedente L, il quale ha mostrato poi come al solito un nome appartenente al mondo dei dolcetti, abitudine che Google a quanto pare non vuole abbandonare. Non sappiamo ancora quale sarà il nome ufficiale della prossima release: c’è chi suppone Milkshake, chi Marshmallow,­ ma possiamo già provarne tutte le nuove caratteristiche dopo l'annuncio avvenuto nei giorni scorsi. Fra queste troviamo un aspetto grafico orientato sempre sul Material Design,​ ma con numerose nuove voci dedicate ai permessi delle app, i quali adesso si possono revocare attraverso un menù dedicato in ogni applicazione, oltre che in uno presente nelle impostazioni, ma anche gestire i volumi audio finalmente con tre fader a scorrimento divisi fra suoni di sistema, riproduzioni multimediali e sveglie. Un nuovo algoritmo di ottimizzazione porterà oltretutto ore di autonomia in più, consentendo alle applicazioni di andare in una modalità di “sonno profondo” quando non tocchiamo il dispositivo (viene impiegato anche il giroscopio). Questo, tramite un menù apposito contenuto sempre nelle impostazioni, consente di personalizzare quali app vogliamo tenere sempre attive e quali far aggiornare esclusivamente a dispositivo sbloccato, un po’ come avviene su iOS8. Migliorata anche la modalità "Non Disturbare". Sebbene non sia ancora contenuta nella nuova versione di anteprima, c’è un’altra novità importante, denominata “Now on tap​”. Questa non è altro che la possibilità di sfruttare le peculiarità di ​Google Now​ contestualizzate in base alle situazioni, alla pressione del tasto centrale introdotto con Lollipop. Questo andrà a suggerire delle azioni da svolgere in base all’app in esecuzione e, ad esempio, suggerire di aggiungere rapidamente un evento su Google Calendar del quale stiamo parlando in chat su WhatsApp con qualche amico. Questo è tanto altro sarà il contenuto di Android 6, non ancora denominato con tale cifra durante il ​Google I/O 2015​. Ci sarà d’attendere questo autunno per vedere tutte le novità definitive dell’OS. Per il momento, godiamoci l'anteprima.​ In collaborazione con Ridble.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation