Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
152
0

L’App Economy nasce cinque anni fa con la prepotente entrata in scena dell’App Store. Secondo un'ultima ricerca effettuata da Act4Apps, oggi è un segmento in ascesa in tutto il mondo e conta molte piattaforme e store online, da Google ad Amazon, da Windows a BlackBerry. Circa un milione sono le app tra cui scegliere. L’espansione di questo mercato, che solo in Europa ha creato 800mila posti di lavoro, è solo all’inizio e deve sprigionare ancora molto del proprio potenziale. Questi software da scaricare rendono “intelligenti” smartphone e tablet e offrono servizi che trasformano il nostro cellulare in un prodotto sempre più completo, sfruttabile in diverse occasioni e da cui non riusciamo più a separarci. Spesso sono programmi utili, di divertimento, di informazione o di servizio; insomma ci offrono tutte le soluzioni a portata di dito. Possiamo scaricare le app gratuitamente o a pagamento sui nostri dispositivi. Ognuno di noi, in media, sul proprio device porta 70 icone colorate e nel 2013 quelle scaricate supereranno i 70 miliardi. Sempre secondo la ricerca di Act4Apps, il successo di mercato è dovuto soprattutto alle caratteristiche di questo settore nel quale operano i giganti del web, come Facebook e Google, ma anche piccole start up innovative. Spesso basta una buona idea o un’intuizione originale per ottenere il successo. Senza parlare ancora di Zuckemeberg con Facebook, possiamo ricordare Instagram, Whatsapp e Shazam che sono state create da giovani che cercavano una soluzione ad esigenze proprie e degli amici. Le minime barriere all’ingresso, i bassi costi di distribuzione e la rapidità di monetizzazione per gli sviluppatori, infatti, costituiscono un’opportunità strepitosa per tutti quelli che si avvicinano alle app anche solo per hobby. Secondo le stime di Gartner, quest’anno, dai negozi digitali saranno effettuati 102 mld di download. Un boom anche solo rispetto ai 64 miliardi di euro del 2012. Le vendite europee saliranno ancora purché si consenta al mercato di esprimere al meglio il potenziale con il sostegno di politiche ed interventi comunitari e globali. Si deve cominciare a parlare di economia planetaria e deve diventare prioritario sviluppare un mercato unico delle comunicazioni elettroniche, facilitando la creazione di brevetti e copyright europei che salvaguardino il lavoro degli sviluppatori. A questi interventi si dovranno accompagnare misure per garantire al settore una prospettiva di lungo termine: favorire lo scambio di conoscenze e competenze tecnologiche tra i tanti paesi e l’ampliamento mondiale della connessione wireless. L’innovazione delle app, infatti, arriva come conseguenza dei miglioramenti tecnologici e viene agevolata dalla tecnologia 4G per la connessione internet sempre più veloce.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation