Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
100
0

Avete di recente buttato un vecchio computer Apple perché obsoleto e ormai del tutto inutile? Male, molto male. I computer con la mela morsicata, ormai è noto, con il tempo acquistano valore. Lo conferma il fatto che uno dei rari esemplari di Apple I ancora esistenti, per intendersi uno dei 200 computer costruiti a mano da Steve Wozniak e Steve Jobs in un garage nel 1976, è stato battuto all'asta da Christie's per 390 mila dollari. Ad aggiudicarselo è stata Bolaffi, azienda italiana specializzata in collezionismo, a quanto pare facendo un grosso affare. La cifra sborsata, infatti, per quanto astronomica è sensibilmente inferiore rispetto ai 671 mila dollari (record assoluto) messi sul banco da un imprenditore asiatico per aggiudicarsi proprio un Apple I nel maggio del 2013, o i 640 mila dollari di una precedente asta battuta lo scorso novembre per un esemplare simile. Del resto il fiuto degli italiani per i cimeli d'oltreoceano è rinomata. Questa è infatti la seconda volta che un Apple I arriva in Italia: il primo se l'era aggiudicato l'imprenditore Marco Boglione per 156 mila euro a novembre del 2010. L'acquisto di Bolaffi è stato finanziato da una cordata di investitori, che hanno condiviso l'investimento e lasceranno questo esemplare in esposizione pubblica. Questo pezzo da collezione non resterà dunque gelosamente nascosto in casa, come purtroppo avviene con la maggior parte degli Apple I venduti finora.    

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation