Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
189
0

Il problema della privacy online esiste davvero per tutti. Poveri o ricchi, sconosciuti o famosi, anche se con diverse modalità, tutti cercano di tutelarsi e tutelare i propri figli dai rischi che le informazioni relative alla propria immagine presenti sulla rete possono determinare. Un esempio eclatante trapelato nei giorni scorsi, dopo un’intervista rilasciata a Bild Germania: Brad Pitt o la sua partner Angelina Jolie. Cercare i loro nomi in rete significa naturalmente trovare centinaia di migliaia di risultati. Ma i loro figli questo non lo sapranno mai. Il motivo è semplice: le due star internazionali hanno vietato alla loro piccola tribù di figli - ben sei all’attivo tra naturali e adottivi - di ricercarli sul web. “Sui pc di tutti i ragazzi abbiamo bloccato i nostri nomi” ha spiegato il bello di Hollywood. “Non ci possono cercare su Google. Non voglio dipendere da quello che altra gente pensa e dice sul web”. Legittimo il desiderio che la loro prole non si imbatta nella moltitudine di notizie, vere o fasulle, relative ai genitori, tra gossip continuo, storie passate (e non sempre belle o politically correct) e voci di presunte scappatelle. Brad ha aggiunto che neanche lui e Angelina fanno ampio uso della ricerca su internet, in modo da non accorgersi neanche di tutto il rumore che c’è su di loro. Certo, arrivare a questo sembra estremo, anche se comprensibile, considerando il livello di esposizione mediatica alla quale la famiglia è esposta. Noi comuni mortali, molto meno esposti, attendendo gli sviluppi legislativi in merito, possiamo solo fare attenzione a ciò che mettiamo in rete, con la consapevolezza, da trasmettere soprattutto ai più giovani, che tutto quello che è sul web è pubblico.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation