Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
54
0

Un'azione congiunta internazionale che ha visto il coinvolgimento dell'Associazione Italiana Editori (AIE) ha portato alla chiusura di Library.nu, una celebre libreria online pirata. Il "tesoro" del sito vantava più di 400.000 ebook, di cui 4.000 in lingua italiana. I responsabili del sito hanno dovuto smantellare l'attività a causa di un decreto ingiuntivo e ora sono obbligati a cancellare i file caricati sul sito ifile.it, che al momento ha bloccato i servizi di upload. Jens Bammel, Segretario Generale dell'associazione internazionale degli editori, spiega che l'industria non è disposta a tollerare "scrocconi che realizzano profitti ingiustificati, privando gli autori e gli editori di quanto loro dovuto", e sostiene che questa operazione sia un passo importante che porterà a un commercio più onesto dei contenuti digitali su Internet. Anche Marco Polillo, presidente di AIE, è della stessa opinione e spiega che questo sito pirata era senza dubbio il più grande dedicato esclusivamente ai libri e paragona l'operazione alla chiusura di Megavideo e Megaupload. Il sito forniva il download gratuito di numerosi ebook ma proponeva anche un servizio di account premium, con una serie di privilegi durante le operazioni di scaricamento. Questo sistema, abbinato alle classiche campagne pubblicitarie, ha permesso ai responsabili di guadagnare circa 8 milioni di euro. A prima vista Library.nu sembrava un normale database con numerose schede di libri, ognuna con informazioni molto dettagliate. Tuttavia bastava registrarsi per trovare in ogni scheda un link per il download di una versione digitale del libro. Il passaggio successivo dirottava l'utente verso ifile.it e a quel punto cominciava il download del file nel formato desiderato, come epub, Word e PDF. L'operazione ha richiesto il coordinamento dell'Associazione editori tedesca e dell'Associazione Internazionale degli editori. Numerose case editrici hanno collaborato con l'alleanza internazionale e l'azione è stata sostenuta anche dall'Associazione degli editori americani, da quella dei Paesi Bassi, dall'AIE e dal gruppo STM.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation