Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
32
0

Oggi il mitico Commodore 64 compie 30 anni. Venne presentato in versione prototipo durante il Consumer Electronics Show del 1982, esattamente il 7 gennaio. Nell'agosto dello stesso anno sbarcò sul mercato diventando in breve tempo uno dei personal computer più venduti al mondo. A vederlo sembrava una semplice tastiera, per di più piuttosto sgraziata. Ma al suo interno pulsava un vero computer a 8 bit con processore 6510 di Mos Technology - una soluzione aggiornata del 6502 inserito nel Vic-20. E dire che garantiva solo una potenza di calcolo pari a 1 MHz, sufficiente però per far girare giochi storici come Ghosts and Goblin, Arkanoid, Double Dragon, Donkey Kong, Galaga, Dragon's Lair e tanti altri. La nota divertente del Commodore 64 riguarda la memoria che, come suggeriva il nome, sarebbe dovuta essere di 64 KB: in verità era formalmente disponibile ma l'interprete Basic ne occupava 20 KB con la sua ROM. In ogni caso un successo dilagante che parla di 17 milioni di unità vendute. Il Commodore 64 è stato però anche una meteora perché alla fine degli anni '80 con l'avvento delle prime console NES e il Sega Master System il suo dominio ha iniziato a scricchiolare. Negli anni '90 la concorrenza delle console a 16 bit ne ha decretato la morte commerciale, con conseguente bancarotta Commodore nel 1994. Oggi il marchio è stato acquisito da un produttore statunitense che ha avuto la brillante idea di mantenere lo chassis della vecchia tastiera e nascondere al suo interno hardware di ultima generazione. Il risultato si chiama Commodore 64 Extreme.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation