Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Follower
92
0

Si moltiplicano su Internet video come questo:

  In tutte le famiglie dove c’è un computer si assiste alla presa del potere da parte dei più piccoli. Se parliamo di computer convenzionali, però, certamente non parliamo di bambini così piccoli. I computer dell’ultimissima ora, ovvero i tablet, sono particolarmente adeguati per l’apprendimento e l’intrattenimento in tenera - anzi tenerissima - età. La buona notizia è che sono anche intrinsecamente positivi. Esercizio sensoriale, coordinazione occhio/mano, sviluppo di abilità logiche: tutto ciò può essere favorito da un uso appropriato di un tablet, anche con bambini molto piccoli. Ed è sorprendente (nonché augurabile, considerati i prezzi) come nessun bimbo tiri in giro la tavoletta, o la percuota, o metta in atto i comportamenti distruttivi tipici dedicati a molti altri giochi o giocattoli. Il che non esclude vicinanza e vigilanza, naturalmente! Se con un computer consueto è opportuno porsi il problema di un approccio graduale da parte del bambino, il tablet può diventare parte integrante del percorso di crescita. Anche perché le applicazioni con intenti educativi, ludiche oppure più didattiche, abbondano e costano poco. E non sembri irriverente: quando ha finito il bimbo, è il momento buono per passare il tablet al nonno. Il perché ve lo spiego nel prossimo post...
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation