Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Redazione News
42
0

Ricorre oggi il 90° anniversario della prima dimostrazione pubblica di un nuovo e rivoluzionario strumento di comunicazione: la televisione. È il 26 gennaio 1926, infatti, quando l'ingegnere scozzese John Logie Baird apre le porte del suo laboratorio londinese per mostrare la sua scoperta a stampa ed esperti. Fino a mezzanotte anche Google ricorda quel giorno epocale con un nuovo doodle (in foto). Noi abbiamo chiesto a un esperto di raccontarci 10 curiosità sull'argomento. Ecco cosa ci ha risposto Massimo Temporelli, fisico, storico delle telecomunicazioni, presidente di The FabLab e scrittore: il suo ultimo lavoro è Innovatori. Come pensano le persone che cambiano il mondo (Breve storia del futuro), pubblicato a fine 2015 da Hoepli. 1) Baird era un mago dell'elettromeccanica: con una tecnologia ottocentesca riuscì a tracciare una strada di cui solo oggi riusciamo a comprendere per intero la straordinaria grandezza. 2) La complessità della sua invenzione era quella di catturare le immagini e riuscire a ritrasmetterle senza fili in tempo reale (l'intero processo è la "televisione", appunto. Il "televisore", invece, è solo lo strumento dal quale si vedono le immagini). Mentre il cinema registrava e poi ritrasmetteva in un secondo momento, con Baird inizia la trasmissione in diretta. 3) Per alimentare i suoi meccanismi, a iniziare dal disco di Nipkow, lo scozzese usava dei motori elettrici. 4) La prima trasmissione di Baird era in scale di grigio. Ma già due anni più tardi, nel 1928, fu in grado di trasmettere immagini a colori. 5) Baird registrò alcuni suoi filmati su 11 dischi in gommalacca a 78 giri. Ritrovati anni dopo la trascrizione in digitale delle informazioni ha permesso di raggiungere una risoluzione di 30 righe. 6) La qualità del segnale televisivo odierno tocca una risoluzione equiparabile 4.000 righe. 7) Nel 1930 Bird trasmette la prima rappresentazione teatrale in TV: è la commedia di Pirandello "L'uomo dal fiore in bocca". 8 ) Baird ha avuto la grande soddisfazione di realizzare le prime trasmissioni transoceaniche, ma restò legato all'elettromeccanica che entro la fine degli anni '30 verrà definitivamente soppiantata dalla televisione elettronica (tubo catodico) in parte ancora usata oggi. 9) Nei primi mesi della sua programmazione regolare (1936-1937) la BBC alternò settimanalmente la tecnologia elettromeccanica di Baird e quella elettronica. Alla fine il pubblico decretò che la qualità migliore era quella elettronica. E l'incoronazione di Giorgio VI il 12 maggio 1937 trasmessa col sistema elettronico fece salire sul trono anche questa tecnologia... 10) Un ultimo commento Massimo Temporelli lo dedica al rapporto tra TV e smartphone. La televisione - sottolinea - è un "televedere", cioè un vedere a distanza. Non deve esserci differenza tra fruizione in mobilità e statica. Certamente alcuni contenuti possono essere pensati e ottimizzati per TV o tablet o smartphone. Ma oltre a questo, chi pensa e lavora in TV non può non tenere presente che oggi la televisione è mobilità. La televisione quindi è anche smartphone, nel senso più ampio del termine...

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation