Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
55
0


Facebook, Twitter e MySpace hanno deciso di contribuire al miglioramento della ricerca online introducendo un bookmarklet chiamato Don't Be Evil. Si tratta di un programmino in JavaScript che può essere archiviato come una normale URL all'interno dei Preferiti del proprio browser, o all'interno degli hyperlinks di una pagina web. In pratica viene potenziata la cosiddetta SERP ( la pagina dei risultati della ricerca) di Google. Com'è risaputo infatti, da quando è stato inaugurato il social network Google+, qualcuno ha iniziato a rilevare un po' di favoritismi "auto-referenziali". Insomma, Google sembra dimenticare i concorrenti troppo spesso. Il nuovo strumento Don't Be Evil, dedicato non a caso al colosso di Mountain View, effettua una ricerca più equa nel valutare il peso dei risultati. Chi cerca Britney Spears è più probabile che possa trovare  più interessante una pagina Facebook con milioni di fan, piuttosto che una su G+ semi-abbandonata. Danny Sullivan, uno dei più noti specialisti SEO al mondo, ha citato un esempio calzante per far comprendere cosa stia accadendo. A suo parere è come se Google si limitasse nelle ricerche video a proporre solo i contenuti di YouTube, dimenticando tutti gli altri portali specializzati: in questo momento propone risultati social per lo più della sua piattaforma.  

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation