Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
70
0

Panda Security, la multinazionale operante nel campo  delle soluzioni di sicurezza contro virus, hacker, Trojan, spyware, phishing, spam e tutte le altre minacce provenienti da Internet, ha stilato il suo report annuale sulla sicurezza. Cosa ne è risultato? In generale il 2011 si è distinto come un anno caratterizzato da furti di dati, attacchi via social media e cyber warfare. Le vittime più celebri degli attacchi hacker di quest’anno sono state sicuramente Sony e Steam. Ma non sono mancati attacchi a enti e organizzazioni governative. Il record del 2011 va però sicuramente alla creazione di malware: ben 26 milioni di nuovi esemplari distribuiti nel corso dei 12 mesi! I Trojan sono stati la minaccia numero uno, passando dal 56% di tutto il malware del 2010 al 73% dell’anno passato. A seguire virus (14,24%) e worm (8.13%). I Paesi più sotto tiro? La Thailandia, con il 60% dei computer infetti, la Cina (56%) e Taiwan (52%), per una media mondiale di 38,49%. I cyber criminali si evolvono quindi, e così come cresce la tecnologia “buona” cresce anche quella “cattiva”: sono state ben 73 mila le minacce distribuite quotidianamente contro le 63 mila del 2010. Nella speranza che le doti, spesso geniali, che distinguono i creatori di malware e quant’altro vengano utilizzate per ampliare le potenzialità dei nostri device e non per comprometterli, attendiamo il prossimo report.  

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation