Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
83
0

Gli studiosi dell'infinito hanno "aguzzato la vista" e hanno scoperto una galassia lontanissima, risalente praticamente all'alba dell'universo. La "nuova" galassia dista ben 13,2 miliardi di anni luce da noi, dunque risale a quando l'Universo aveva "solo" 490 milioni di anni (oggi la sua età è stimata a circa 13,7 miliardi di anni!). La scoperta, che sarà pubblicata sul prossimo numero di Nature, arriva dal team del progetto di ricerca Clash (Cluster Lensing And Supernova survey with Hubble) a cui partecipano astronomi degli Osservatori di Bologna e di Trieste. La galassia è stata individuata dietro l'ammasso di galassie denominato "MACS1149+2223", grazie alle riprese dei potenti telescopi spaziali Hubble e Spitzer, sfruttando un fenomeno denominato della "lente gravitazionale forte". Questo principio si basa sulla teoria della relatività generale di Einstein, secondo la quale la materia contenuta nelle strutture cosmiche è in grado di curvare la traiettoria di fotoni provenienti da sorgenti più lontane.

La più antica galassia mai osservata potrebbe aiutare a scoprire qualcosa di più sull'"infanzia" dell'universo, un’età considerata oscura, in cui il cosmo era avvolto da un’impenetrabile nebbia di idrogeno neutro, diradatasi con la formazione delle prime stelle. "Quella presentata nel nostro lavoro è la più convincente osservazione di una galassia a distanze così elevate (circa 13,2 miliardi di anni luce) fatta fino ad oggi” commenta Mario Nonino coordinatore della ricerca, insieme a Massimo Meneghetti. Galassie d'altri tempi...
Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation