Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
75
0

La conferma è arrivata ieri sera, quando la consueta campanella ha chiuso le contrattazioni a Wall Street. Le azioni di Facebook sono state collocate a un prezzo di 38 dollari l'una, il che implica una valutazione della società intorno ai 104 miliardi di dollari. Il momento della verità sarà poi questa sera (mattina a New York), quando le azioni del social network entreranno per la prima volta in contrattazione nel listino Nasdaq con il simbolo “Fb”. La speranza per Mark Zuckerberg (nella foto), e per tutti gli investitori, è che si ripeta il fenomeno accaduto con il collocamento di Google: a tre anni dall'ingresso in Borsa a 75 dollari, le quotazioni del motore di ricerca avevano raggiunto i 750 dollari. Al momento sicuramente l'Ipo di Facebook, valutata intorno ai 18,4 miliardi di dollari, è l'offerta pubblica iniziale di maggior valore nella storia per quanto riguarda il settore internet (il primato precedente apparteneva a Google), e la seconda Ipo della storia finanziaria americana: si piazza infatti tra il colosso delle carte di credito Visa (19,65 miliardi nel 200 e il gigante automobilistico di Detroit General Motors (18,1 miliardi all'epoca del suo ritorno in Borsa nel 2010). Per la cronaca nel mondo il primato per l'ipo più grande di sempre appartiene alla Cina, dove il 7 giugno del 2010 Agricultural Bank of China ha raccolto 22,121 miliardi di dollari e Industrial and Commercial Bank of China ha incassato 21,96 miliardi di dollari nel 2006. Per quanto riguarda l'Italia invece il primato spetta a Enel, che nel 1999 ha raccolto 16,58 miliardi di dollari.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation