Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
57
0

Apple ha pubblicato il suo strumento di rimozione ufficiale per Flashback, il malware che sembra aver contaminato non meno di 600mila Mac in tutto il mondo. Per accedere all'applicativo è sufficiente affidarsi al sistema di aggiornamenti di Mac OS X. Il colosso di Cupertino ha sottolineato che il suo tool "rimuove le varianti più comuni di Flashback", ma gli esperti per i casi più gravi consigliato la versione realizzata da Symantec. L'aggiornamento Apple inoltre "configura il plug-in web Java per disabilitare l'esecuzione automatica degli applet Java". La riabilitazione è possibile nuovamente andando in preferenze, ma il sistema ritorna alla condizione precedente se passa molto tempo (35 giorni) senza che nessun applet sia eseguito. La nota dolente è che lo strumento di rimozione è disponibile solo per Snow Leopard e Lion. Ancora oggi per gli utenti Leopard (OS X 10.5) e precedenti l'unica opzione è quella di disabilitare Java. In ogni caso le stime dicono che la diffusione di Flashback sta diminuendo: ad oggi dai 600mila casi si è passati a circa 270mila, per lo più nel Nord America. Non meno importante la scelta di Apple di rivedere i metodi di accesso a iTunes: da ora agli utenti è richiesto l'inserimento di una e-mail secondaria e l'uso di domande di sicurezza. Questa operazione dovrebbe ridurre i rischi di sottrazione dati e quindi phishing.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation