Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
159
0

I momenti felici si comunicano su Happier, un social network, lanciato lo scorso febbraio da una startup di Boston, in cui gli utenti sono invitati a condividere solo cose piacevoli ed esperienze positive della propria vita. È uno spazio virtuale che conta 100.000 iscritti, dedicato alla positività, in cui è possibile postare solo aggiornamenti, commenti, fotografie e video che siano dominati da buoni sentimenti. La tristezza è bandita e per questo i moderatori del social network si riservano il diritto di rimuovere qualunque post che non segua questo principio. L’obiettivo è spingere gli utenti a condividere la felicità, in modo che, attraverso lo spirito di emulazione tipico di queste comunità virtuali, l’allegria diventi virale e ispiri comportamenti sempre più improntati all'ottimismo e alla serenità. Sulle altre piattaforme social, come per esempio Facebook, gli utenti pubblicano qualsiasi cosa possa attirare l’attenzione e spesso si ha la sensazione che le piccole gioie della vita siano poco interessanti. Su Happier è esattamente il contrario. È dimostrato che le esperienze positive producono un ormone (l’ossitocina) che influenza la capacità di comprensione dello stato d’animo altrui e stimola un miglior rapporto con sé e con gli altri. Inoltre gli studi degli psicologi Ho e Dempsey (2010) e poi di Berger e Milkman hanno messo in evidenza l’esistenza di un forte legame tra la positività e la tendenza a condividere contenuti. Al contrario le notizie negative diffuse dai media sono la principale causa di ansia. Essendo quindi i contenuti positivi molto virali, Happier potrà arrivare a fare concorrenza ai grandi social network di oggi, come per esempio il già citato Facebook o Twitter. L’idea alla base di questo social network si lega ad una strategia, nata negli USA nel 2005, definita Positive marketing. L'idea di sintesi è che diffondere concetti ed immagini positive rafforza l’immagine di un brand perché il contenuto positivo crea empatia, trasmette benessere, fiducia e aiuta a contrastare sentimenti crescenti di negatività, in particolare nel mezzo di una crisi economica, come quella che stiamo vivendo in questi anni. Happier è talmente piaciuto che ha ottenuto 2 milioni 400 mila dollari da Resolute Vc and Venrock, due società di venture capital, che aiutano le startup più meritevoli a crescere. Per ora i momenti felici possono essere condivisi solamente fra amici, ma dal primo agosto verrà lanciata una nuova app dove gli status degli utenti saranno automaticamente condivisi con tutti. Ad oggi è disponibile su web e come applicazione per iPhone. Nessuna versione Android è prevista in tempi brevi. "Vedere cosa rende felici le altre persone è prezioso - ha specificato Nataly Kogan (co fondatrice) - forse più che condividere la propria felicità".

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation