Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Follower
31
0

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Norrkoeping, in Svezia, ha realizzato una tecnologia che permette di far crescere dei LED bianchi su materiali sottili e flessibili, coma la carta plastificata. Questa invenzione permette di creare fogli con una matrice di LED che possono essere stampati su diverse superfici, in modo simile a quanto avviene con le tradizionali stampanti a getto d'inchiostro. Il punto di partenza dei ricercatori è la caratteristica tipica dei LED bianchi, che possono essere creati grazie all'ossido di zinco. Cercando di semplificare, se si immerge un substrato in una soluzione particolare e a una determinata temperatura si noterà la crescita di minuscoli bastoncini di ossido di zinco, i cosiddetti "nanorod" a sezione esagonale. Si parla di grandezze infinitesimali, con una larghezza di circa un micron e una lunghezza di 6-7 micron. La particolarità dei nanorod è che si comportano come piccolissimi LED, emettendo una luce bianca quando sono sottoposti a differenze di tensione. Il passo successivo è ricoprire un'area di nanorod, nella fattispecie un foglio di carta opportunamente trattato, in modo da creare una luce paragonabile a un LED tradizionale su una superficie a cui si può dare qualsiasi forma. Tuttavia i ricercatori non si sono fermati qui, perché sono riusciti a far crescere i microscopici nanorod su un substrato e successivamente a diffonderli in una soluzione organica. Il risultato è una sorta di inchiostro luminoso che si può fissare su superfici plastiche e persino sulla carta con apposite stampanti. Per illuminare le zone stampate con questo procedimento basta applicare una minima differenza di tensione, è il gioco è fatto. La comunità scientifica è in fermento per quest'invenzione, soprattutto perché le applicazioni possibili sono elevatissime. Il primo pensiero va all'illuminazione ambientale, ma senza dimenticare il campo informatico. Oggi i display dei nostri dispositivi sono sottili, ma non microscopici. Questa soluzione potrebbe rivoluzionare tutto il settore, creando schermi su supporti flessibili e sottilissimi, usando come base i materiali più disparati.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation