Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
31
0

Concluso l’Earth Day Italia 2012, si tirano le somme dei risultati raggiunti e si lavora a nuove idee per il futuro, per far crescere l’evento, che nella vision degli organizzatori non sarà solo una giornata all’anno speciale per l’ambiente, ma un coordinamento stabile di progetti collettivi e gesti individuali incisivi e misurabili per la tutela del pianeta. Intanto, nell’edizione 2012 il concerto di Napoli del 22 aprile ha registrato 200.000 utenti, tra diretta streaming su Repubblica.it e Vodafone News, repliche su Sky Uno e le presenze al Palapertenope. Un successo non solo in termini di partecipazione, ma anche di impatto ambientale, perché il concerto a km zero è stato anche a impatto zero, dato che grazie all’adesione di Earth Day Italia a LifeGate, le emissioni di CO2 prodotte dall’evento verranno compensate mediante l’acquisto di crediti di carbonio generati da interventi di creazione e tutela di circa 13.000 mq di foreste in Costarica, lo stato con la più alta densità di biodiversità al mondo. “La scelta di Napoli per noi è stata strategica e ne siamo davvero orgogliosi - afferma il Presidente di Earth Day Italia, Pierluigi Sassi -. Vogliamo far crescere l’Earth Day Italia e farlo diventare una piattaforma stabile di progetti per l’ambiente, in cui far salire le organizzazioni pubbliche e le aziende, mettere in connessione le tantissime realtà ambientaliste nazionali e locali e attivare i gesti quotidiani dei singoli cittadini, nella direzione condivisa del cambiamento culturale della green economy”. "L’edizione di quest’anno ha visto l’adesione di organizzazioni importanti che voglio ringraziare - continua Pierluigi Sassi - quali Fao, Unesco, Enea, Amref, Cngei. La presenza e gli interventi del ministro dell’ambiente Corrado Clini e del sindaco di Napoli Luigi de Magistris hanno dato un ulteriore segno di concretezza progettuale alle nostre iniziative. Auspichiamo che questa la collaborazione diventi sempre più forte, in vista del raggiungimento di obiettivi comuni nella salvaguardia dell’ambiente”.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation