Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
30
0

Per arrivare fino al 13 luglio serviranno punti, vittorie, cuore e sudore. La certezza, in ogni caso, è che nella finale del Mondiale del Brasile l'Italia ci sarà: ci sarà grazie a Deltatre, società torinese che raccoglie i dati e le informazioni statistiche delle partite per conto della FIFA. Sì, tutti quei numeri che ci permettono di leggere una partita al di là di quel che a occhio nudo si può vedere in campo, un montagna di dati che viene dunque raccolta e tradotta in grafica. Dal 1986 (anno di nascita di Deltatre) la società ha fatto molta strada, diventando stats partner di varie federazioni internazionali (IAAF - Atletica, UCI - Ciclismo, FINA - Nuoto, FIS - Sci), comprese UEFA, FIFA e svariati network televisivi. Non pochi quindi i clienti di Deltatre nelle prossime settimane: anche per questo la piattaforma, tra Torino e il Sud America, mobiliterà "solo" 94 tecnici, per offrire un qualcosa come 350 statistiche diverse, che vanno dalle più semplici (tiri in porta, calci d’angolo, gol, falli fatti e subiti) alle più complesse (distanza percorsa da ogni singolo giocatore, la velocità massima raggiunta, la lunghezza dei passaggi effettuati, solo per citarne alcune). Passando invece a qualche dato più tecnico, il software che verrà utilizzato è della stessa versione usata nel corso degli ultimi Europei, e offre la sua chicca con il dato dei metri percorsi da ogni giocatore. Il tutto grazie all'Optical Tracking System: tre telecamere che raccolgono, a una velocità di 15 immagini al secondo, la posizione di ogni singolo soggetto in movimento sul campo da gioco, dalla palla, all’arbitro, ai giocatori. I dati forniti vengono quindi inseriti in complicatissimi algoritmi, nei quali ad ogni oggetto corrisponde un numero, e "il gioco è fatto". Non si deve pensare, però, che tutte le statistiche siano raccolte automaticamente: la Deltatre si serve di un osservatore all’interno dello stadio che raccoglie le statistiche classiche, di un operatore che gestisce la calibrazione e le operazioni relative al sistema che monitora i movimenti dei giocatori, in più un altro addetto rivede filmati delle azioni più importanti per arricchirle con ulteriori dettagli. Insomma, ecco a voi un sistema altamente sofisticato, che potrebbe tornare utile anche ad allenatori e tecnici, ma che ancora non ha destato l'interesse specifico delle grandi società calcistiche. Scetticismo o problemi tecnici? Intanto stiamo parlando di una realtà di eccellenza internazionale. E qui, in cima, ci siamo noi.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation