Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Redazione News
32
0

Aumentano gli italiani che navigano su internet (+3%), che utilizzano uno smartphone (+20%) e che acquistano online (+11%) rispetto al 2014. Le nuove abitudini digitali stanno modificando i processi d’acquisto dei consumatori italiani: il 78% di chi naviga su mobile, usa lo smartphone nel processo d'acquisto. Insomma, quello che emerge dall'ultimo rapporto degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano è che "Omnicanalità e negozio del futuro guideranno l’innovazione digitale nel Retail". In tempi di crisi, arrivano anche qualche buona notizia: dopo sei anni di congiuntura economica negativa - sottolineano i promotori della ricerca - i consumi degli italiani, seppur timidamente, sono tornati a crescere nel 2014. La spesa mensile per le famiglie è aumentata dello 0,7% rispetto al 2013 e il trend positivo dei consumi è confermato anche per il 2015 (+0,8% rispetto al 2014). In termini monetari, però, gli italiani sono tornati al livello di spesa corrente di 11 anni fa. Allo stesso tempo i consumatori italiani sono sempre più connessi e digitali: nel 2015, gli internet user italiani sfiorano quota 38 milioni, in crescita del 3% rispetto al 2014, e i web shopper arrivano a 17,7 milioni, in crescita dell’11% rispetto al 2014. E in questa evoluzione, le imprese devono aggiornare contenuti e modalità della propria offerta. "Le imprese - afferma Alessandro Perego, direttore scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano - devono guardare ai profondi cambiamenti avvenuti nei comportamenti degli acquirenti. Investire nella digital transformation è ormai un obbligo per il Retail tradizionale, come per la quasi totalità dei settori dell’economia. Anche se l’interesse nei confronti dell’innovazione non si è ancora tradotto in investimenti adeguati, non mancano interessanti sperimentazioni: un top retailer su due punta all'omnicanalità e uno su tre all'innovazione del punto vendita”. L’area che più di tutte ha attirato l’attenzione dei retailer è stata quest’anno l’omnicanalità: nel 2015 il 50% dei rispondenti ha investito in innovazioni per interagire con i propri clienti a distanza, e, più nel dettaglio, il 21% ha sviluppato o potenziato il sito informativo, il 22% ha sviluppato o potenziato il sito eCommerce, il 29% ha sviluppato l'App o Mobile site e il 18% ha implementato programmi Social. L’eCommerce, inteso come la vendita da siti italiani a consumatori italiani e stranieri, nella sola componente di prodotto, ha superato nel 2015 i 7,2 miliardi di euro (in crescita del 28% rispetto al 2014). Tra i comparti di prodotto emergono Abbigliamento (con un peso del 32% sul totale eCommerce) e Informatica ed elettronica di consumo (con il 27%). Queste alcune delle evidenze emerse dall’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e giunto alla sua seconda edizione. L'edizione 2015 dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail è realizzata con il patrocinio di Confesercenti e Federdistribuzione e con il supporto di Di.Tech, DS Group, Easy Nolo Gruppo Banca Sella, Elmec Informatica, GS1 Italy | Indicod-Ecr, HP Intel, Ingenico Italia, Intesa Sanpaolo, NTT Data, Samsung Electronics Italia, TESISQUARE Retail, Toshiba Global Commerce Solutions, Vodafone Italia, Olivetti, Poste Italiane, SIA, Teradata Marketing Applications.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation