Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Community Manager
57
0

Un team di ingegneri dell'Università di Southampton ha realizzato un supercomputer usando 64 Raspberry Pi, i mini-PC da 35 dollari basati su Android che stanno andando letteralmente a ruba fra gli appassionati. Questo nuovo progetto, nome in codice "Iridis-Pi", funziona come un server collegato a un solo connettore principale, sfruttando la tecnologia MPI (Message Passing Interface) per far comunicare tra loro i nodi tramite la connessione Ethernet. La memoria di questo super-PC è di 1TB, grazie a 64 schede SD da 16 GB, una per ogni Raspberry Pi. Quello che potrebbe passare alla storia come il super-computer più economico della storia (2.550 sterline circa) sfrutta una versione Linux realizzata internamente, basandosi sulla distribuzione Debian Wheezy. La nota più curiosa è che a questo progetto ha partecipato il figlio di 6 anni di James Cox, responsabile del team, che ha avuto il compito di realizzare il progetto dell'assemblaggio usando i Lego (sotto la supervisione del padre, naturalmente).  "Questo super-computer a basso costo può essere usato come un punto di partenza per stimolare gli studenti e allo stesso tempo per eseguire calcoli ad alte prestazioni e gestire dati", spiega il professor Cox nel comunicato ufficiale. Per dare un'occhiata ravvicinata al progetto basta cliccare sulla pagina web realizzata appositamente, che elenca tutti i passaggi della realizzazione di Iridis-Pi, in modo da permettere a tutti di cimentarsi in quest'impresa, o di replicarla migliorando i risultati.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation