Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Follower
52
0

Le nuove norme sulla privacy introdotte da Google il primo marzo non sono state gradite dall'Unione Europea. La stessa Viviane Reding, nella veste di Commissario Europeo alla Giustizia, ha confermato che violano le normative vigenti in numerosi paesi - compreso il Giappone. L'analisi compiuta dall'autorità per la difesa della privacy francese ha confermato le preoccupazioni della prima ora afferenti sopratutto alla trasparenza. "Nessuno è stato consultato, non segue la legge sulla trasparenza e cede a terzi i dati dei cittadini privati, che non è ciò su cui ci siamo accordati - ha commentato Reding - Sappiamo che i dati sono la linfa vitale delle nuove aziende… ma ci sono regole base in Europa da rispettare, e sfortunatamente vediamo che spesso non accade, e che l'illegalità si sta diffondendo". Nello specifico le novità sostanziali riguardano il fatto che viene utilizzata una sola policy per tutti i servizi (Ricerca, YouTube, Picasa, Google News, Google, Reader) e soprattutto che questi condividono i dati utente. Si tratta di dati fondamentali per un modello di business basato sulla pubblicità online come quello di Google. L'unica soluzione temporanea al problema - almeno fino a quando la querelle tra l'Unione Europea e Google non sarà risolta - è quella di disattivare il cosiddetto tracking online. Questo si può fare accedendo alla Dashboard di Google, il centro di controllo che consente la verifica nel dettaglio di tutte tutte le impostazioni del proprio account. Volendo si può procedere con la cancellazione oppure anche disattivare la registrazione della cronologia delle ricerche.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation