Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
83
0

Lo sviluppatore di Diablo III, Blizzard, ha confermato che l'inaugurazione della Casa d'Aste dedicata al gioco è stata rimandata al 29 maggio. Lo scambio e vendita di oggetti per la personalizzazione del proprio avatar è considerato uno degli elementi più innovativi del nuovo gioco, e quindi si è preferito ridurre al minimo ogni rischio di problemi. Sopratutto considerando che per gli acquisti si pagherà con soldi veri. Non meno importante la stabilità dei server. "Dalla presentazione del gioco - ha sottolineato l'editore - abbiamo applicato numerosi hotfix per risolvere i problemi con il gameplay, implementato accorgimenti per migliorare la stabilità del nostro servizio e svolto manutenzione occasionale dei server per assicurare che i videogiocatori abbiano sul lungo periodo la migliore esperienza possibile. A breve saranno necessarie nuove manutenzioni dei server e nel corso della prossima settimana abbiamo intenzione di rendere disponibile un aggiornamento che risolverà diversi problemi del client e applicherà nuovi bugfix". "Vogliamo inoltre farvi sapere che stiamo ancora ricercando il modo migliore per ripristinare i risultati persi da alcuni giocatori nelle ore successive al debutto del gioco - ha aggiunto Blizzard -. Non abbiamo ancora dettagli concreti da condividere, ma li avremo nelle prossime settimane. Apprezziamo la pazienza di tutti mentre lavoriamo per migliorare la stabilità e l'usabilità per tutti i giocatori". Già, perché nessuno ha ancora dimenticato la paura della prima ora, quando si sono manifestate una serie di violazioni di account che hanno portato alla sottrazione di oro e oggetti virtuali. "In tutti i singoli casi esaminati - ha concluso Blizzard - nessuno si è verificato dopo che il Battle.net Authenticator fisico e l'applicazione Battle.net Mobile Authenticator sono stati collegati al profilo del giocatore, e dobbiamo ancora trovare situazioni in cui l'account di un giocatore di Diablo III è stato accessibile dall'esterno tramite i metodi tradizionali di violazione (ad esempio via e-mail e password ndr)".

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation