Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
106
0

Nintendo si sta impegnando su almeno due fronti: far fruttare al meglio il potenziale della Wii U e accelerare lo sviluppo della mini-console che sostituirà la 3DS. Almeno questo è ciò che sostiene Shigeru Miyamoto il noto autore di giochi, del calibro di Mario, Donkey Kong e The Legend of Zelda. In pratica in una lunga intervista rilasciata alla testata IGN ha confermato che è un momento di grandi decisioni. "Mi sento soddisfatto dell'hardware del 3DS. Penso che sia il meglio per questa generazione - ha dichiarato - Ciò a cui stiamo pensando in questo momento è destinato probabilmente a diventare la futura generazione del prodotto". La 3DS 2 potrebbe adottare un secondo pad analogico, a dispetto del sistema attuale che ha bisogno del Circle Pad, e anche l'unità giroscopica. Per quanto riguarda il processo evolutivo è chiaro che il prossimo modello sarà pesantemente rinnovato. Un eventuale 3DS potrebbe rappresentare solo uno step intermedio. Tornando invece all'attesa Wii U, pare che i problemi da superare siano prettamente legati al software. "Le piattaforme esistenti hanno motori che i team hanno sviluppato e ottimizzato per sei o sette anni dopo i rispettivi debutti -  ha sottolineato recentemente il boss dell'azienda Satoru Iwata - La Wii U è una nuova piattaforma che ha un'architettura leggermente differente e, poiché le software house hanno appena iniziato a sviluppare software dedicato, siamo solo a metà strada nell'uso di tutte le sue potenzialità". Interessante poi la scelta dell'azienda, per sua stessa ammissione, di investire pesantemente sull'interazione - quindi su GamePad - invece che sulla pura potenza di calcolo. "Se avessimo applicato lo stesso livello di miglioramento che gli altri produttori di console dedicano all'hardware, Wii avrebbe avuto un prezzo estremamente alto e non sarebbe stata conveniente - ha aggiunto Iwata - Pensiamo che il modo in cui i vari produttori di console stiano allocando i loro budget per l'hardware sia differente dal nostro. In definitiva, stiamo cercando di mantenere un prezzo per la Wii U che sia ragionevole rispetto al valore offerto". Allora la Wii U costerà poco? Forse. Non resta che attendere il 2012.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation