Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
133
1

Oggi le immagini costituiscono un'importante via di comunicazione. Scattare fotografie, pratica ormai all’ordine del giorno, è un trend in crescita tra i giovani, che grazie agli smartphone forniti di fotocamere ad alte prestazioni e alle numerose app dedicate, riempiono di scatti i social network, come Instagram e Flickr. Uno studente di Berlino, Jonas Pfeil, ha ideato un nuovo dispositivo tecnologico, che interesserà sicuramente tutta la platea dei neo fotografi digitali. Una macchina fotografica a 360° che si lancia in aria come un pallone, in grado di catturare immagini impensabili. Panono, il nome scelto per questo nuovo prodotto, ha veramente la forma di una palla ed è composta da 36 piccole telecamere assemblate alla struttura sferica e protette da una superficie in rilievo di gomma. Il funzionamento è molto semplice e divertente, si lancia in aria e un sensore interno a questa sfera tecnologica misura l’accelerazione, così da capire qual è il punto più alto raggiunto. In quell’istante le 36 lenti simultaneamente scattano ciascuna una foto, in modo da comporre tutte insieme un “360X360”. Panono assemblerà automaticamente tutti gli scatti, creando una panoramica totale che verrà inviata all’app di panono sul proprio smartphone, in modo da permettere all’utente di rivederla velocemente e stabilire se tenerla o effettuare un secondo lancio; una caratteristica importante per gli utenti digitali, ormai abituati a rivedere subito i propri scatti. Il primo prototipo risale al 2011, quando Jonas Pfeil ha caricato su YouTube un video di presentazione di questa palla, creata da lui, che riusciva a catturare immagini di tutto ciò che aveva intorno. Con un sacco di visualizzazioni ha attirato l’attenzione di alcuni Big del settore, tra cui il direttore del reparto lenti di Carl Zeiss che entusiasta ha contribuito alla realizzazione del prodotto. Rumors dicono che l’ultima versione, pronta per il lancio a metà 2014, sarà più piccola e pratica dell’originale, impermeabile, ma da non confondere con un giocattolo, infatti, costerà circa 600 dollari.

1 Commento
SuperUser
Beh...interessante... Nuovi punti di vista. Forse ancora una volta, quello che manca è il talento di chi osserva. L'illusione di fare belle foto, la convinzione di averle fatte è garantito. Quando l'effetto wow lentamente svanisce dopo un po' di utilizzo, resta l'osservatore che si domanda ( senza dirlo a nessuno): cosa guardo? Come lo sto guardando? Quello è un cammino che in pochi scelgono di percorrere, dove si sceglie di non dare alla macchina fotografica il merito delle proprie foto...
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation