Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
176
1

Il 2 Febbraio alle 4 circa del mattino il mondo di Internet cambierà radicalmente... anche se forse nessuno se ne accorgerà. Cosa accadrà? Bè, in quella data Internet vedrà esaurire la sua attuale fonte di indirizzi IP. O almeno questo è ciò che ha predetto un Internet Service Provider basandosi sul tasso  medio di richiesta di indirizzi, quotato a circa un milione ogni quattro ore. Hurricane Electric, società leader nel settore dei servizi internet e provider, ha lanciato degli account Facebook e Twitter che fanno il conto alla rovescia di quello che è stato definito con un simpatico gioco di parole “IPcalypse”. Per capire meglio... Ogni apparecchio, per connettersi a Internet, prende un codice, unico e diverso da ogni altro, chiamato indirizzo IP, che serve a identificare quel determinato collegamento. Potete individuare l'indirizzo IP del vostro pc anche voi per farvi un'idea. Il sistema attuale sul quale questo meccanismo si basa si chiama IPv4 e supporta “solo” 4.000 milioni di indirizzi Ipv4 individuali. Fortunatamente alcune persone con un occhio al futuro avevano previsto già da tempo il rischio di esaurimento di questa fonte e hanno creato IPv6, un sistema che utilizza sia le lettere che i numeri, in modo da gestire 340,282,366,920,938,463,463,374,607,431,768,211,456 di indirizzi (possiamo chiamarlo uno “zilione”, per facilitarne la lettura?). La Hurricane Electric sta incoraggiando altri provider di servizi Internet alla transizione a questo sistema. Dato rassicurante: pare che i due sistemi, IPv4 e IPv6, malgrado le loro caratteristiche incompatibili, possano coesistere durante il passaggio senza creare danni o problemi. Intanto gli sviluppatori di software e hardware sono al lavoro sui meccanismi di transizione e sui nuovi sistemi di supporto di default. Insomma l'apocalisse per Internet può ancora aspettare.

1 Commento
New Entry
La questione dell'esaurimento degli indirizzi IP era già nota ma noi utenti vorremmo sapere se gli ISP italiani (ed in particolare Vodafone) stanno lavorando al passaggio ad IPv6 oppure hanno intenzione di lasciarci a piedi per risparmiare soldi (per poi buttarli nel cess... scusate, in pubblicità) con la fregatura delle NAT.
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation