Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
98
0

Sanremo rappresenta per lo più la grande tradizione musicale italiana, spesso tendente al classico. Ma i tempi sono maturi per qualche innovazione e così, l'edizione del Festival condotta da Fabio Fazio e da Luciana Littizzetto vedrà "salire sul palco", per la prima volta in Italia, Spotify. Il servizio di musica on demand offre lo streaming di una selezione di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti e debutterà nel nostro Paese proprio con le canzoni presentate in questi giorni sul palco dell'Ariston. La partnership del gruppo svedese con le case discografiche renderà così disponibili tutti i brani in gara e alcune canzoni degli album dei partecipanti, il tutto fruibile su smartphone e tablet con sistema Android, iOS, Windows Phone 8 e su Windows, Linux, Mac OS X. Lo switch on del servizio in Italia, tanto atteso, arriverà così in concomitanza con l'evento musicale più noto in Italia e non solo, acquisendo ancor più rilevanza e visibilità. I brani sanremesi potranno essere ascoltati a partire da 48 ore dopo le performance dei cantanti. L'attesa è grande, benché in Italia siano già disponibili servizi analoghi come Deezer. Il principio è innovativo e le aspettative sono alte: niente più download di brani, ma un catalogo al quale accedere da tutti i device, gratuitamente e legalmente. Nato nel 2008, Spotify mette a disposizione tre diversi tipi di fruizione, una gratuita e due a pagamento e conta venti milioni gli utenti attivi nel mondo, con circa 2 miliardi di brani ascoltati al mese. Sanremo è Sanremo e con Spotify sarà forse un Sanremo più 3.0.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation