Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
71
1

La corsa al "computer più potente del mondo" ha conosciuto in questi giorni un nuovo importante passo avanti. Presso l'Università di Stanford è stato infatti eseguito il primo calcolo con più di un milione di core. Il record è stato raggiunto dal gruppo di ricerca guidato da Joseph Nichols, che prima di procedere ha lavorato alcune settimane con i ricercatori dei Lawrence Livermor National Laboratories ottimizzando il codice per rendere possibile l'esecuzione su un così grande numero di core fisici. L'esperimento non è infatti rilevante solo per il record che stabilisce, ma anche per la particolare architettura del supercomputer Sequoia, una macchina IBM Bluegene Q. IBM ha infatti trovato una soluzione valida al problema della latenza nella comunicazione tra i processori installati; quando si parla di numeri così grandi, il ritardo dei segnali può infatti rallentare sensibilmente le operazioni. L'esperimento è consistito nella simulazione del rumore prodotto da un motore jet, un tipo di ricerca importante perché permette di capire come si comporterebbe un prototipo senza costruirlo per davvero, con un notevole risparmio di denaro. Per gli amanti dei numeri, infine, ricordiamo che il Sequoia conta su 1.572.864 core ed è basato su processori IBM Power BCQ a 16 core e 1.60 GHz. Ha prestazioni di picco pari a 20.132 TFlop/s, assorbe 7,9 megawatt e usa un sistema operativo basato su Linux.

Mostra altro
1 Commento
New Entry
Maaaaa. Non ci avrei mai pensato, un milione ... Beato che paga la bolletta !
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation