Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
89
0

Il governo degli Stati Uniti propone di sostituire i libri scolastici di carta con i tablet, molto più tecnologici, leggeri e interattivi. Sia il presidente Obama che il segretario all'istruzione Arne Duncan appoggiano fortemente questa campagna, che dovrebbe mandare in pensione i vecchi libri di testo in cinque anni. Il succo del ragionamento è tanto semplice quanto efficace: meglio usare zaini pesanti e farciti di libri dal costo superiore ai 50 dollari e non aggiornabili o usare un dispositivo portatile che possa contenere centinaia di libri tutti costantemente al passo con i tempi? La risposta è abbastanza prevedibile. Secondo il team di Obama questi non sarebbero gli unici vantaggi perché un sistema d'apprendimento basato sui tablet consentirebbe agli alunni di imparare nuove nozioni dal 30 all'80 percento più rapidamente. Il costo iniziale di questo progetto rappresenta lo scoglio principale, ma secondo l'amministrazione Obama si risparmieranno circa 600 dollari ogni anno per ogni studente, denaro che potrà essere usato per finanziare la connessione a internet nelle scuole e per i dispositivi degli insegnanti. Ora si chiedono tutti quale sarà il tablet scelto per aiutare gli alunni nel loro apprendimento. Sarà l'iPad di Apple o un tablet Android? A giudicare dalla tempistica della presentazione di questo progetto sembra che Apple sia in vantaggio. Proprio alcune settimane fa infatti l'azienda ha svelato il progetto iBooks e l'idea di trasformare i testi scolastici in formato elettronico. Coincidenza o lungimiranza?

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation