Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
42
0

Con l’attenzione dei media puntata sui Mondiali 2014 da poco o più di una settimana, milioni di persone twittano, postano, condividono... e guardano le partite e/o gli highlights via internet.  Ed è proprio lo streaming a spianare la strada per un altro record tutto hi-tech di questa edizione della kermesse calcistica per eccellenza. A dirlo è lo studio Cisco Visual Networking Index Global Forecast and Service Adoption for 2013 to 2018, dal quale emerge anche che lo streaming video e il broadcasting IP dei campionati del mondo generano 4,3 exabyte di traffico internet (4,3 miliardi di gigabyte), ovvero tre volte tanto il traffico mensile generato dalle città che ospita quest’anno i mondiali di calcio. Inoltre, si prevede che il traffico internet generato dalle 60mila persone che sono allo stadio e che viaggiano per andare alle partite superi il traffico medio generato nelle ore di punta (ovvero le ore del giorno in cui il traffico è più elevato) da tutti i 94 milioni di smartphone utilizzati in Brasile. Un crescita importante, ma coerente con un trend mondiale che nei prossimi 4 anni secondo Cisco, vedrà il traffico IP globale crescere di circa tre volte, a fronte di un numero maggiore di utenti e dispositivi internet, maggiori visualizzazioni video e connessioni a banda larga più veloci. Infatti entro il 2018, il traffico generato da connessioni fisse e mobile raggiungerà un run rate annuale di 1,6 zettabyte, ossia più di tutto il traffico generato globalmente dal 1984 al 2013 (1,3 zettabyte). In Italia, in particolare, il traffico IP raggiungerà 1,7 exabyte al mese nel 2018 triplicando i 579 petabyte raggiunti a fine 2013, con un ritmo di crescita del 25% al mese.

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation