Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
27
0

Il terremoto che ha colpito l’Emilia oltre alle vittime e ai danni ha lasciato nelle persone tanta paura e il bisogno di condividerle, anche tramite il web, ma anche di sentirsi utili. Una dimostrazione ne sono le tantissime adesioni all’iniziativa del sito Hai sentito il terremoto. Creato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nel 1997, questo sito è nato per monitorare, in tempo reale, gli effetti dei terremoti Italiani e per farli conoscere alla popolazione. Per fare ciò il contributo di tutti è fondamentale. Infatti dal sito chiunque può compilare un questionario macrosismico descrivendo la propria esperienza, con data, orario e luogo in cui ci si trovava quando si è avvertita la scossa. Vengono poi richieste le descrizioni di alcuni aspetti, come gli effetti della scossa sugli oggetti, soprammobili, mobili o lampadari. Queste informazioni sono preziose perché permettono tra le altre cose di individuare le aree che possono amplificare le onde sismiche. I dati analizzati dai questionari vengono elaborati in mappe dei risentimenti dei terremoti avvertiti dalla popolazione che disegna epicentro, zone colpite e intensità del sisma e si aggiornano ogni volta che viene compilato un nuovo questionario. Tra l’altro il sito consente anche l’iscrizione a un servizio tramite il quale via mail si viene informati quando si verifica un evento sismico nella propria zona di residenza. Solo nella giornata del 29 maggio, quando si sono verificate le ultime scosse che hanno provocato vittime, sono arrivati ben sedicimila questionari.  

Mostra altro
4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation