Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
119
0

Piccoli geni crescono. Arriva da una studentessa californiana di diciotto anni un'idea che potrebbe facilitare, e non di poco, la vita di tutti noi. La ragazza infatti ha realizzato una batteria per smartphone ricaricabile in pochi secondi. Eesha Khare, questo il suo nome, si è aggiudicata con questa invenzione il premio di 50.000 dollari della 64esima edizione dell'International Science and Engineering Fair di Intel, la prestigiosa competizione dedicata alle scuole superiori che si è svolta a Phoenix, in Arizona, la scorsa settimana. Il suo progetto consiste in un "super condensatore" flessibile, dalle dimensioni ridotte, in grado di ricaricarsi in 20/30 secondi. La batteria che dura poco è un problema che attanaglia un po' tutti i possessori di smartphone e che ancora nessuno è riuscito a risolvere veramente. Ma pare che questa ragazzina americana sia sulla buona strada. La batteria da lei realizzata, ovviamente un progetto ancora embrionale, è più piccola rispetto alla media attuale, flessibile, con cicli di vita estesi da 1.000 a circa 10.000 e necessita di pochi secondi per ricaricarsi. Non solo smartphone e tablet però, perché un prodotto del genere potrebbe essere più che utile anche nell'elettronica in generale e nelle automobili elettriche. Congratulazioni!

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation