Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

New Entry
74
0

L'idea è semplice ed efficace: perché non utilizzare le capacità di cattura del sensore di Kinect dell'Xbox 360 per stimare l'età delle persone di fronte a esso? Ci ha pensato anche Microsoft e ha depositato una richiesta di brevetto sulla tecnologia. Il principio è lo stesso dei misuratori di distanza basati su prospettiva: in pratica quelle applicazioni software che trasformano un comune utente smartphone in "architetto". In sintesi, scattando una foto di una stanza e avendo come riferimento un oggetto di lunghezza nota, si stima la distanza tra questo oggetto e l'osservatore in funzione delle sue dimensioni in foto. In questo caso, Kinect stima l'età delle persone inquadrate misurando alcuni parametri caratteristici della figura umana, come la larghezza della testa o delle spalle, la lunghezza delle braccia, etc. Come descritto nella richiesta di brevetto, il sistema offre ai genitori un'arma in più nella protezione dei figli dai contenuti violenti o di altro genere. Uno strumento di cui spesso, secondo Microsoft, i più grandi sentono la necessità essendo i bambini tipicamente più avvezzi alla tecnologia e per questo in grado di superare altri metodi di controllo parentale. Tra gli addetti ai lavori l'ironia si spreca: braccia troppo corte? Niente contenuti per adulti per te stasera... Al di là della facile ironia, il sistema si dimostra però innovativo e tecnicamente valido, e per questo potrà generare nei prossimi anni una serie di applicazioni non strettamente confinate al mondo del controllo parentale.

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation