Menu Toggle

Vodafone Community

Archivio News

Community Manager
232
0

Sono trascorsi 72 anni dalla fondazione della Radio delle Nazioni Unite: era il 13 febbraio 1946 e proprio questa data viene ricordata ogni anno dal 2012 - su iniziativa dell'Unesco - per festeggiare uno dei mezzi di comunicazione più suggestivi che l’uomo ha inventato. E di chi essere particolarmente orgogliosi come italiani, visto il suo padre nobile, Gugliemo Marconi. Nell’ambito di questa ricorrenza caduta nella giornata di ieri, a Lucca è andato "on air" – è proprio il caso di dirlo – il seminario su Radio e Sport dal titolo “Pace e sviluppo attraverso l’informazione sportiva” a cui ha preso parte anche la Fondazione Vodafone Italia con il progetto OSO - Ogni Sport Oltre.

L'obiettivo della giornata - partendo dal tema "Pace e sviluppo attraverso l'informazione sportiva", che insieme ai temi "Diversità nell'informazione sportiva" e "Parità di genere nell'informazione sportiva" hanno contraddistinto il #WorldRadioDay - è stato quello di sollecitare i giornalisti, i giovani e la società civile a coltivare l’interesse per le iniziative sportive al servizio della pace e dello sviluppo non dimenticando la parità di genere nell’informazione sportiva e la promozione degli sport tradizionali compresa l’inclusione nella comunicazione per gli atleti paraolimpici.

All'appuntamento hanno preso parte numerosi rappresentanti istituzionali e accanto a loro sono tra gli altri intervenuti l'ambasciatore italiano in Corea Marco Della Seta (in collegamento radiofonico) con la relazione "Le Olimpiadi di Pyeongchang: una via per il dialogo", il presidente CIP Toscana Massimo Porciani sul tema "Il ruolo del Comitato Italiano Paraolimpico", la giornalista di La Repubblica Sara Ficocelli con  "Paraolimpiadi: perché se ne parla così poco? L’importanza della comunicazione tra inclusione e prestigio internazionale", Stefano Gianfaldoni dell'Università di Pisa sul tema "Conoscere i Diritti per tutelare i valori essenziali nello Sport" e, non ultima, con la relazione “OSO – Ogni Sport Oltre, un cammino verso l’integrazione”, Maria Cristina Ferradini, consigliere delegato di Fondazione di Vodafone Italia.

 

4g arrow-right main_icn_Chevron_down main_icn_Chevron_left main_icn_Chevron_right main_icn_Chevron_up main_icn_Close google-plus-thin main_icn_Menu social-facebook social-google-plus social-linkedin social-twitter social-youtube main_icn_Community_or_Foundation